Articoli > Energia: il combustibile dell'eccellenza

La Salute del popolo
è l'effettivo fondamento da cui
dipendono la sua felicità
e i suoi poteri in quanto nazione.

BENJAMIN DISRAELI

Uno dei modi di influire sulla fisiologia (la strada per l'eccellenza), consiste nel cambiare la modalità di utilizzazione del proprio sistema muscolare, mutando cioè portamento, espressioni facciali, ritmo respiratorio. Le cose di cui parlo dipendono anche da un sano livello di funzionamento biochimico, col presupposto che il proprio organismo venga depurato e nutrito anziché inquinato e intossicato. Definisco l'energia il carburante dell'eccellenza.

Si possono cambiare, da un capo all'altro della giornata, le proprie rappresentazioni interne: se la vostra biochimica è sconvolta, essa farà sì che il cervello crei rappresentazioni distorte, sconvolgendo l'intero sistema al punto che sarà assai improbabile che riusciate a utilizzare ciò che avete imparato. Potete possedere la più bella automobile da corsa del mondo, ma se cercate di farla andare a birra, non si muoverà affatto.

Oppure, potete disporre dell'auto giusta e del carburante opportuno, ma se le candele non funzionano, dalla vettura non otterrete certo il massimo.

Ora vi vorrei esporre alcune idee sull'energia e su come portarla ai massimi livelli.

Quanto maggiore è il livello di energia, tanto più efficiente sarà il vostro organismo, tanto meglio vi sentirete e potrete utilizzare i vostri talenti per ottenere risultati ottimali.

Conosco per esperienza diretta l'importanza dell'energia e quali magici effetti può produrre la sua abbondanza. Ho sempre praticato attività fisica, sports, esercizi fisici sin da quando ero bambino. Ho frequentato l'Università di Educazione fisica e quindi studiato e praticato ogni disciplina sportiva e fisica oltre ha frequentare e lavorare nei centri fitness e sportivi. Sono stato sempre affascinato dai meccanismi del corpo umano, che rimangono (fortunatamente) ancora sconosciuti; uso la parola "fortunatamente" e "sconosciuti", in quanto penso che sia fondamentale ricercare continuamente e non essere mai troppo convinti di conoscere e smettere di sperimentare. Il nostro corpo è la macchina più perfetta, illimitata, unica ed assolutamente inimitabile e riproducibile.